“La sedia blu”: con Bruscolo e Botolo testiamo la nostra immaginazione

la sedia blu 1

“La sedia blu” di Claude Boujon (Babalibri)

la sedia blu copertina

Un giorno Bruscolo e Botolo passeggiavano nel deserto. Non c’è molta gente”, disse Bruscolo.

i due protagonisti

“E’ un vero deserto”, borbottò Botolo che amava la precisione.

“Oh guarda! Laggiù c’è qualcosa di nuovo!” annunciò Bruscolo indicando una macchia blu in lontananza.

Botolo e Bruscolo avvistano qualcosa 1

Quando Bruscolo e Botolo si avvicinarono, scoprirono una sedia.

“E’ una sedia”, disse Bruscolo.

“E’ una sedia blu”, precisò Botolo…

la sedia blu 1

…che subito la fece diventare un rifugio.

“Mi piacciono molto le sedie”, dichiarò, “ci si può nascondere sotto”.

la sedia diventa un rifugio

“E’ molto semplice”, dichiarò Bruscolo. “Una sedia è qualcosa di magico. Si può trasformare in una slitta, in un camion dei pompieri, in un’ambulanza, in un’automobile da corsa, in un elicottero…

la sedia è un camion dei pompieri

…e anche in qualsiasi cosa galleggi.”

“Allora, attenzione agli squali che ci circondano!” aggiunse Botolo che si stava appassionando al gioco.

la sedia galleggia

“E non è tutto”, aggiunse Bruscolo.

“In poche mosse diventa una scrivania o il banco di un negozio. Non c’è niente di meglio per giocare al mercato.”

la sedia è una scrivania

“E puoi anche usarla per difenderti dagli animali feroci. Non c’è niente di meglio per impedire che una belva mangi il domatore. Lo si vede in tutti i circhi.”

la sedia puoi usarla per difenderti dagli animali feroci 1

“E nei circhi”, proseguì Botolo, “gli acrobati e i giocolieri la usano per eseguire numeri formidabili. Come questo.”

i giocolieri usano la sedia per eseguire numeri

Non lontano da lì un camelide – non è raro incontrarne uno nel deserto – guardava con severità gli esercizi dei due amici.

un camelide guarda con severità i due amici

Si avvicinò in silenzio e improvvisamente strillò: “Ma si può sapere che cosa state combinando? Dove credete di essere? Al circo?”

il camelide strilla 1

Bum! Patatrac! Fine del gioco.

“Una sedia”, disse ancora , “è fatta per sedersi!”

il camelide dice che una sedia è fatta per sedersi 1

E si sedette sulla sedia deciso a non alzarsi più.

il camelide si siede e decide di non alzarsi

“Andiamocene”, disse Bruscolo all’amico, “questo cammello non ha nessuna immaginazione.”  

Bruscolo e Botolo se ne vanno

Cari bambini , dopo aver letto la storia,  vi identificate in Bruscolo e Botolo o nel camelide?. Per voi una sedia serve solo per sedersi…o può diventare tante altre cose?

Ecco se in una sedia riuscite a vedere tutto quello che vedono Bruscolo e Botolo, allora siete dotati di una meravigliosa immaginazione. Altrimenti…allenatevi, perchè l’immaginazione è importantissima nella vita e aiuta anche a scacciare la noia.

Potete allenarvi con qualsiasi oggetto. Io l’ho fatto con  forcina per bigodini rotta

forcina rotta per bigodini

 Una forcina rotta che cosa può diventare?

becco di uccello 1

angolo retto 1

gonna lunga

tenda da campeggio 1

cono gelato

lancette

Se avete voglia, provateci anche voi…basta anche un semplice tappo di bottiglia. Buon divertimento!