INTRECCI AUTUNNALI…OSSERVAZIONE DEI COLORI

intrecci autunnali

Nel periodo autunnale la natura regala colori spettacolari e non c’è niente di più bello che concedersi passeggiate per ammirarli. 
Nella scuola dell’infanzia e nelle prime classi della scuola primaria si dedica parecchio tempo a questa splendida stagione. Si fanno passeggiate nei parchi vicino alla scuola o si sfrutta il giardino della scuola stessa, per osservare, raccogliere, analizzare e realizzare elaborati soprattutto di carattere artistico.
Ebbene anch’io propongo un percorso laboratoriale che ha unito l’osservazione dei colori autunnali e attività di intreccio per il potenziamento della motricità fine, in particolare del controllo motorio sui piccoli movimenti delle mani e delle dita.
Il laboratorio è stato realizzato in una classe seconda, scuola primaria.

Tempo di realizzazione: due incontri da due ore ciascuno.

Il laboratorio è partito da una osservazione diretta: parco della scuola con annessa raccolta di foglie, e da un’osservazione indiretta: visione di un video che propone un assemblaggio di foto che avevo precedentemente scattato nei parchi e per le campagne che circondano il paese in cui vivo.

https://gopro.com/v/Xl2GJK7m2eq3L

Il video è servito per soffermarsi sui colori in modo da poter discriminare tutte le sfumature dei colori che spiccano in autunno: i gialli, i rossi, i marroni, gli arancioni.
Il video dà anche uno spunto per approfondire i tipi di frutta che si possono mangiare in autunno e per parlare dei campi che vengono preparati per la semina. 

In seguito ho stampato alcune foto facenti parte del video, in particolare quelle che ritraevano i tappeti che  creano  le foglie cadute, attorno ai tronchi  degli alberi. Ritengo che questi tappeti naturali siano un incanto.  

Ho distribuito sui banchi le foto e tanti tipi di carta e cartoncini (tutti ritagli da riciclare)

carta riciclata

Attraverso l’osservazione fatta nel parco e nel video, i bambini hanno selezionato i colori che ricordavano quelli autunnali.
In seguito, dalle carte selezionate, hanno ricavato delle strisce che sarebbero servite per un’attività di intreccio che, per tecnica utilizzata, richiama il concetto del telaio. Lo strumento utilizzato per l’intreccio è stato un reticolato di plastica riciclata (i reticolati sono stati presi presso Re Mida Centro di Riuso creativo di materiali di scarto aziendali – Calderara di Reno -Bologna)

 

I reticolati avevano dimensioni molto grandi, per motivi di tempo (scarseggia sempre), li avevo precedentemente ridotti.

A questo punto ad ogni bambino/a è stata distribuita una stampa ed un reticolato. Solo dopo un’attenta osservazione della stampa e quindi dei colori, potevano prendere le strisce e partire con l’intreccio.

 

Il lavoro di intreccio non è stato semplice…in alcuni momenti può scappare la pazienza, ma tutti i bambini sono riusciti a completarlo con grande soddisfazione.  

i quattro intrecci sono completati

Completati gli intrecci, i bambini si sono divertiti a giocare con le foglie raccolte e a creare sfumature attorno ai ritagli di carta prodotti ritagliando le strisce…insomma non si butta via niente.

le foglie vengono ordinate per gradazione di colore attorno ai ritagli di carta dai colori autunnali