IPOVEDENZA E POTENZIAMENTO DEL TATTO

cartellone dellalfabeto braille

Da alcuni anni affianco un’alunna ipovedente nel suo percorso scolastico. Si tratta di un’ipovedenza sopraggiunta al decimo anno di età.
Attraverso le preziosissime indicazioni da parte di consulenti tecnici di ASPHI (Bologna) e Istituto Cavazza (Bologna) ho progettato percorsi che puntassero sullo sviluppo delle abilità tattili.
Alcuni progetti sono rientrati in discipline curricolari.
Di seguito condivido una documentazione fotografica dei lavori svolti.

Attività con ferri e lana

Imparare ad usare i ferri per la maglia o ad utilizzare il telaio è molto utile per rendere più sicure e abili le nostre mani.

Alfabeto braille

Il cartellone è stato creato per la classe in modo da condividere questo nuovo codice linguistico con tutti i compagni.

Plastico del Regno di Re Artù

Lavoro legato alla lettura del libro: “Quando eravamo cavalieri della tavola rotonda” diRenato Giovannoli (ediz. Piemme – Il battello a vapore)

plastico del regno di re artu

Il reticolato geografico

Realizzato con fili di lana e cartoncino ondulato di riciclo

Reticolato geografico

reticolato geografico

Quadri tattili …le sfumature dei materiali

Mentre i compagni durante una lezione di arte, creavano sfumature con le tempere, noi abbiamo creato sfumature tattili: dal più morbido al più duro, dal più ruvido al meno ruvido. Tutto ciò utilizzando materiali di riciclo.

?????????????

Lezione di scienze: l’atomo

modello di atomo tridimensionale

Traduzioni tridimensionali di quadri d’autore

Ogni singolo pezzo è stato realizzato con cartoncino grosso riciclato

quadro tridimensionale ispirato alle opere di magritte

20160429_100219

La stanza del Piccolo Principe 

Attività legate alla lettura del “Piccolo Principe” di A. Saint-Exupéry

 

la rosa del piccolo principe